Indice del forum
Indice del forumFAQCercaRegistratiLog in

I terricci: l'akadama
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> I rinvasi
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Lun Ott 23, 2017 1:40 pm    Oggetto: Ads

Top
MarcoA
Site Admin


Registrato: 04/08/05 03:16
Messaggi: 1404
Residenza: Pordenone

MessaggioInviato: Sab Mar 11, 2006 12:19 pm    Oggetto: I terricci: l'akadama Rispondi citando

fisto61 ha scritto:
Pomice, lapillo e akadama possono essere tranquillamente riciclati, però come dice marco meglio lascarli riposare e setacciarli quando sono asciutti.


L'akadama può essere riciclata!?
Significa che dal punto di vista organico è inerte? Shocked

Per nutrire il bonsai questo substrato ha quindi bisogno di concimazioni? Think


L'ultima modifica di MarcoA il Gio Mag 03, 2007 1:33 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Teddy
Membro esperto
Membro esperto


Registrato: 17/09/05 14:34
Messaggi: 911
Residenza: Ferrara

MessaggioInviato: Dom Mar 12, 2006 11:30 am    Oggetto: Rispondi citando

A me risulta che l'akadama non sia "riciclabile", dato che è composta d'argilla e si sfalda. Non è come il lapillo e la pomice che sono pietruzze.
Naturalmente questo è solo un modesto parere...

_________________
L'anima ce l'hai, conta su di lei! Puoi sfidare il mondo adesso...o mai! R.Z
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
fisto61
Moderatore
Moderatore


Registrato: 03/09/05 10:02
Messaggi: 2178
Residenza: Ferrara

MessaggioInviato: Gio Mar 16, 2006 11:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

L'akadama è riutilizzabile però, come dice Teddy, si falda quindi occorre setacciarla bene prima di riutilizzarla. é comunque inerte quindi devi concimare bene anche o solo con concime organico
Top
Profilo Invia messaggio privato
bankon
Membro anziano
Membro anziano


Registrato: 12/08/05 13:58
Messaggi: 1064
Residenza: liguria

MessaggioInviato: Ven Mar 17, 2006 9:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

personalmente non la riciclo mai, anche perche' preferisco rinvasare con terriccio fresco.
ciao ciao Wink

_________________
bankon
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
fisto61
Moderatore
Moderatore


Registrato: 03/09/05 10:02
Messaggi: 2178
Residenza: Ferrara

MessaggioInviato: Lun Mar 20, 2006 11:15 pm    Oggetto: Rispondi citando

Con quello che costa l'akadama la riciclo eccome! Però come dicevo occorre setacciarla bene prima di usarla (anche se è "nuova"), in più se possibile lasciarla riposare ed asciugare almeno una stagione. I terricci di coltivazione invece preferisco usarli sempre nuovi
Top
Profilo Invia messaggio privato
flexlink
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato


Registrato: 24/09/08 00:19
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Mer Set 24, 2008 12:26 am    Oggetto: Rispondi citando

Ciao a tutti
approfitto del post per fare una domanda.
Preciso che sto' iniziando.
L'akadama,in Italia,a cosa corrisponde ?
Cioe',che materiale posso comprare al suo posto che sia di ugual valore ?
graze per le risposte
Flexlink
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Zuccherina
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato


Registrato: 22/09/08 12:55
Messaggi: 11

MessaggioInviato: Mer Set 24, 2008 1:29 am    Oggetto: Rispondi citando

Non me nevogliate...
Ma cos'è l'akadama!? Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato
ik0sor
Membro assiduo
Membro assiduo


Registrato: 05/04/07 16:59
Messaggi: 307
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mer Set 24, 2008 12:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

Wink
Ciao, provo a scrivere quello che sò dell'Akadama.
Innanzi tutto in Italia se ricordo bene, c'era chi aveva trovato un tipo di terriccio proveniente dalla Sicilia e trattasi di argilla rossastra ma non se ne è più sentito perlare...
Comunque l'Akadama è una terra argillosa di colore rossastro e proviene dal Giappone da una località nelle vicinanze della montagna Akagi-yama.
Si trova tra uno strato più superficiale e sotto di essa si trova invece la Kanuma che è un altro terriccio .
Viene venduta in due misure (fina da 1 a 2,5 mm , grossa da 2,5 a 6 mm)
ed ha un ph da 6,5 a 6,9 (7 è il punto neutro).
Previene il marciume radicale in quanto è molto drenante, ma richiede maggiore annaffiature.
Essendo un terriccio povero, ha bisogno di essere maggiormernte concimato con concimi a lenta cessione.
Io personalmente adopero in tante essenze l'Akadama anche al 100% e
nonostante mi trovo vicino al mare e col caldo, non ho avuto nessun problema di annaffiatura e trovo che è un super terriccio.
Spero di esservi stato utile.
Ciao
Giampiero

_________________
Giampiero
I miei Bonsai

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
flexlink
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato


Registrato: 24/09/08 00:19
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Mer Set 24, 2008 2:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

si utile,e ti ringrazio.
Ma cosa potrei usare al posto dell'akadama ?
in italia cosa lo sostituisce ?
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
ik0sor
Membro assiduo
Membro assiduo


Registrato: 05/04/07 16:59
Messaggi: 307
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mer Set 24, 2008 2:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

Che la sostituisca, credo no ce ne sia uguale.
Ci sono altri terricci , ma ogni uno ha delle caratteristiche proprie .
Dipende dove ti trovi e che tipo di piante hai.
Es. per le acidofile ci vuole la Kanuma.
Per i Pini va bene Akadama o Kiryu.
Possono andare bene per altri bonsai es. terriccio universale abbinato a pomice ecc.
Per la coltivazione c'è l'Agriperlite ecc ecc.
Comunque sarebbe bene che fai sapere dove risiedi, in modo che ti si possa dare maggiori consigli e che piante hai.
Potresti prendere anche del terriccio già pronto.
E' un mix di terricci .

_________________
Giampiero
I miei Bonsai

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Piscosour83
Membro esperto
Membro esperto


Registrato: 13/11/07 04:36
Messaggi: 894
Residenza: Gubbio (Perugia)

MessaggioInviato: Mer Set 24, 2008 3:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

in effetti di akadama ce nè una sola... Very Happy
come dice ikosor si possono provare mix ti terricci...magari con della pomice o lapillo vulcanico

_________________
curo le foglie.. saranno forti... se riesco ad ignorare che... gli alberi son morti.
Top
Profilo Invia messaggio privato
MarcoA
Site Admin


Registrato: 04/08/05 03:16
Messaggi: 1404
Residenza: Pordenone

MessaggioInviato: Mer Set 24, 2008 8:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ik0sor dice bene: una delle peculiarità dell'akadama è di tenere lontano i marciumi radicali. Deve questa sua caratteristica alla sua struttura a sassolini che permette all'eccsso d'acqua di scivolare via rapidamente lasciando posto all'aria ed all'ossigeno, fondamentale per la salute delle radici.

L'akadama è un'argilla, ma a differenza delle argille nostrane che bagnate rammolliscono e si compattano, nell'assorbire l'acqua essa mantiene la forma di sassolino e mantiene costante il drenaggio.

Da questo punto di vista una valida alternativa all'akadama possono essere pomice e lapillo, che sono autoctoni e costano sensibilmente meno. Dal punto di vista della quantità di acqua che possono trattenere (che è legata all'autonomia della pianta) secondo me l'akadama è in assoluto la miglire delle tre, nel senso che essendo un'argilla è più propensa ad assorbire ed a trattenere.

Come l'akadama sono inerti e bisogna avere cura di apportare tutti i nutrienti necessari alle nostre piante.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
jonnyret
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato


Registrato: 09/12/09 21:13
Messaggi: 31
Residenza: Latina

MessaggioInviato: Sab Gen 30, 2010 8:57 pm    Oggetto: Rispondi citando

Buonasera a tutti volevo chiedervi:
ho trovato in un vivaio qui a latina dell'akadama in sacchetti da 2 l.
Ho sempre visto che su internet vendono quella high quality fine, ma quella che ho comprato aveva la scritta rossa akadama sopra e qualcos'altro, diversa dalla bianca e rossa per intenderci.
Va bene lo stesso? è buona?
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo MSN
ARMANDO
Membro esperto
Membro esperto


Registrato: 18/10/06 23:03
Messaggi: 619
Residenza: TARZO (TV)

MessaggioInviato: Sab Gen 30, 2010 11:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

Era la terra rossa siciliana ricavata da un'area vicino all'Etna, sperimentata, prodotta e commercializzata da Giacomo Pappalardo il quale -dopo il suo trasferimento in alta Italia-, ora si è trasferito definitivamente in Spagna.
Armando

_________________
Giardino Museo Bonsai della Serenità
“SEI WA BONSAI EN” Armando e Haina Dal Col
TARZO (TV) 31020 Via Roma, 6 Italy
TEL. +39 0438 587265

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


Mail:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
jonnyret
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato


Registrato: 09/12/09 21:13
Messaggi: 31
Residenza: Latina

MessaggioInviato: Sab Gen 30, 2010 11:31 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grazie Armando, quindi non è akadama originale giapponese nonostante le scritte...è buona comunque?
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo MSN
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> I rinvasi Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Template zenGarden created by larme d'ange
Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa
Perm ICRA - Auto ICRA

Page generation time: 1.295